Make your own free website on Tripod.com
 

 
Yevamot - Ha'arel - 76
76a HA'AREL CAPITOLO OTTAVO YEVAMOT

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi

 
 
 
[da Daf 75: La Ghemara racconta:
Ci fu un incidente a Pumbedita nel corso del quale il dotto seminale di un certo uomo si otturò ed egli scaricava il seme nel posto dell'urina. Rav Bivi bar Abbaye era dell'opinione di dichiarare quell'uomo kasher per sposarsi nella comunità. Disse Rav Pappi: Siccome tu discendi da Daf 75] da gente troncata, dici cose troncate senza capo nè coda! Al suo posto il seme matura e diviene capace di generare, non al suo posto, non matura.
La Ghemara cita un insegnamento di Amoraim:
Disse R'Yehuda in nome di Shmuel: Se il membro è rimasto traforato e successivamente il foro è stato chiuso, se accade che quando eiacula il foro si lacera di più, egli è pasul ai fini di sposarsi nella comunità, ma se no, se ciò non avviene, egli è kasher ai fini di sposarsi nella comunità.
La Ghemara analizza questo ordinamento:
Rava analizzava questo regolamento: Dove sarebbe stata la perforazione? Se dici al di sotto della corona del glande, ti rispondo che in quel punto anche se fosse stato completamente tagliato via, egualmente egli sarebbe kasher. Dobbiamo dire invece che l'ordinamento di Shmuel si riferisce ad una perforazione nella corona stessa. 
La Ghemara corrobora la conclusione di Rava citando un esplicito insegnamento di Shmuel:
Fu anche affermato: Rav Mari bar Mar disse in nome di Mar Ukva, che disse in nome di Shmuel: Se il membro rimase perforato nella corona stessa e successivamente il foro fu chiuso, se accade che quando eiacula il foro si lacera di più, egli è pasulai fini di sposarsi nella comunità, ma se no, se ciò non avviene, egli è kasher ai fini di sposarsi nella comunità.
La Ghemara racconta:
Rava il figlio di Rabba mandò il seguente quesito a Rav Yosef: Insegnaci, o nostro maestro, come dobbiamo fare per controllare in pratica quanto detto sopra? Gli disse Rav Yosef: Portiamo una pagnotta di orzo calda e gliela mettiamo sull'apertura anale e con ciò facilmente egli eiacula, e così lo possiamo esaminare. 
La Ghemara critica questo metodo:
Disse Abbaye: Forse che tutto il mondo è come Yaakov Avinu, a proposito del quale è scritto: Reuven, tu sei il mio primogenito, mia forza e mio iniziale vigore, da cui noi impariamo che non aveva avuto una eiaculazione in vita sua prima del matrimonio?
La Ghemara propone un metodo alternativo:
Invece disse Abbaye: Gli passiamo dinnanzi indumenti colorati femminili e ciò lo eccita e lo fa eiaculare.
La Ghemara critica questo metodo:
Disse Rava: Forse che tutto il mondo è come Barzilai Ghileadita, da essere talmente eccitati alla vista di un indumento femminile da eiaculare?
La Ghemara conclude:
Piuttosto, la procedura corretta è quella che insegnammo all'inizio, e cioè il sistema della pagnotta d'orzo.
La Ghemara cita una Baraita:
UNO il cui membro è PERFORATOÈ PASUL ai fini di sposarsi nella comunità, PERCHÈ EGLI PERDE seme lateralmente. SE il buco SI CHIUDE È KASHER ai fini di sposarsi nella comunità, PERCHÈ così PUÒGENERARE. E QUESTO È UN DIFETTO CHE RITORNA AL SUO primitivo stato di HECHSHER.
La Ghemara chiede:
L'espressione E QUESTO È usata dalla Baraita, che cosa viene ad escludere? 
La Ghemara spiega:
Viene ad escludere la chiusura di una perforazione causata da una membrana che si formò per via di una ferita nel polmone, che non è una membrana in grado di dare una chiusura definitiva della perforazione.
A proposito della guarigione di una perforazione la Ghemara racconta:
Rav Idi bar Avin mandò il seguente quesito ad Abbaye: Come dobbiamo fare per chiudere una simile perforazione?
La Ghemara espone i particolari di un metodo:
Rispose Abbaye: Portiamo un chicco d'orzo, e con esso introducendolo ed estraendolo provochiamo delle piccole ferite all'interno del foro finchè esse sanguinino. Poi portiamo del grasso e lo spalmiamo sulla ferita, poi portiamo una grossa formica, ed introduciamo la sua testa nel foro e facciamo che morda nel foro e poi le tagliamo la testa.
La Ghemara fa notare:
E va usato proprio un chicco d'orzo, mentre il ferro non si deve usare perchè provoca l'infiammazione della ferita.
La Ghemara fa notare ulteriormente:
E quanto abbiamo detto vale per un foro piccolo, ma nel caso di un foro grande, cade la crosta e il foro ritorna.

La Ghemara cita un insegnamento di Amoraim:
Disse Rava bar Rav Huna: Uno a cui l'urina esce da due posti, è pasul ai fini di sposarsi nella comunità.
La Ghemara respinge tale decisione halachica:
Disse Rava: L'halacha non è nè come il figlio, Rava bar Rav Huna, nè come il padre, Rav Huna.
La Ghemara spiega:
Per quanto riguarda il figlio,  è come abbiamo già detto. Per quanto riguarda il padre, l'halacha non segue il suo parere perchè disse Rav Huna: Le donne che si strofinano i genitali l'una con l'altra sono pesulot per la Kehuna. Secondo Rava l'halacha non è in accordo con Rav Huna e persino R'Elazar che disse: Uno scapolo che coabita con una nubile senza intenzione di matrimonio, la rende zona, questo si applica a una relazione con un uomo.  Ma con una donna è solo malcostume, ma non vi è la possibilità con questo di conferire lo status halachico di zona.

. . . . . .
Mishna Colui che è ferito o schiacciato nei testicoli o ha il membro tagliato, possono sposare la ghioret e la schiava liberata, e non è loro proibito che di venire nella comunità, cioè di sposarsi nella comunità, perchè è detto: Non venga colui che è ferito o schiacciato nei testicoli o ha il membro tagliato nella comunità di Hashem. Quarantasettesima Mishna
76b
. . . . . .
Mishna Al gher ammonita e al gher moabita è proibito sposarsi nella comunità e la loro proibizione è perpetua. Tuttavia, le loro donne, la ghioret ammonita e la ghioret moabita, sono permesse immediatamente. 
Al gher egiziano e al gher edomita non è proibito sposarsi nella comunità se non fino a tre generazioni, sia maschi che femmine, R'Shimon permette le femmine immediatamente.
Disse R'Shimon: Un kal vachomer  prova la cosa, se persino dove i maschi sono proibiti di un divieto perpetuo le femmine sono permesse immediatamente, dove i maschi non sono proibiti che fino a tre generazioni, non è tanto più logico che le femmine siano permesse immediatamente?
Gli dissero: se è una halacha noi la accetteremo, ma se tu lo hai derivato tramite col ragionamento, a questo c'è cosa rispondere. 
Disse loro: Non è vero che c'è qualcosa da rispondere a questo kal vachomer, in ogni caso è una halacha quella che io vi dico.
Quarantottesima Mishna
. . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi