Make your own free website on Tripod.com
 

 
 
daf 24 Nedarim - Arba'a Nedarim
24a ARB'A NEDARIM CAPITOLO TERZO NEDARIM

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi

 
[da daf 23b: La Ghemara solleva un'obiezione circa l'interpretazione del nederdi cui parla R'Eliezer ben Yaakov nella nostra Mishna come un neder fatto per stimolare:
Si chiesero nella Yeshiva:
Sono in disaccordo, Rabbanan, circa quello 
che disse R'Eliezer ben Yaakov 
o no?
E se vorrai dire che sono in disaccordo,
l'halacha è secondo la sua opinione o no?
La Ghemara tenta di risolvere la questione:
Vieni a sentire,
quello che insegna la Mishna:
UNO CHE DICE AL SUO AMICO da daf 23b]
nedarim daf 24a
KONAM
CHE IO NON TRAGGO ALCUN VANTAGGIO DA TE
SE TU NON DAI
A TUO FIGLIO 
UN KOR DI GRANO
E DUE BOTTI DI VINO del mio,
COSTUI PUÒ SCIOGLIERE
IL PROPRIO NEDER
SENZA L'INTERVENTO DI UN CHACHAM,
PERCHÈ PUÒ DIRGLI l'amico
NULLA HAI DETTO
SE NON PER IL MIO ONORE, che tutti vedano come mi onori dando doni a mio figlio,
QUESTO È IL MIO ONORE che non ricevo doni da nessuno.
La Ghemara spiega il funzionamento di questa dimostrazione:
La ragione per cui il neder viene sciolto è perchè disse:
Questo è il mio onore che non ricevo doni da nessuno,
ma se no, se non ha detto questa frase, è neder.
Ora secondo l'opinione di chi è stata insegnata la Mishna?
Se è secondo l'opinione di R'Eliezer ben Yaakov,
si tratta di un neder per stimolo  e non ha valore persino se ha detto: Questo è il mio onore.
piuttosto impara da ciò:
Rabbanan dissentono intorno ad essa e ritengono che non si tratta di un neder di stimolo, e se l'amico non disse: Questo è il mio onore, il neder vale.
La Ghemara respinge la dimostrazione:
Resta fermo che la Mishna è secondo l'opinione di R'Eliezer 
ben Yaakov,
ed è d'accordo R'Eliezer 
ben Yaakov su questa 
che è neder,
perchè gli disse l'amico:
Non sono mica un cane
che prendo vantaggio da te,
e tu non prendi vantaggio da me perciò se tu rifiuti un dono a tuo figlio, io non trarrò vantaggi da te.
La Ghemara tenta di risolvere il dubbio in altra maniera:
Vieni e impara:
UNO CHE DICE AL SUO AMICO 
KONAM
CHE TU NON TRAI ALCUN VANTAGGIO DA ME
SE TU NON DAI
A MIO FIGLIO 
UN KOR DI GRANO
E DUE BOTTI DI VINO del tuo,
R'MEYR DICE:
[GLI È PROIBITO trar vantaggio dall'amico] FINCHÈ NON DARÀ
MA I CHACHAMIM DICONO:
ANCHE COSTUI PUÒ SCIOGLIERE
IL PROPRIO NEDER
SENZA L'INTERVENTO DI UN CHACHAM,
PERCHÈ PUÒ DIRGLI l'amico:
È COME SE 
AVESSI ACCETTATO il dono che richiesi da te ed ora non ne ho più bisogno.
La Ghemara spiega il funzionamento di questa dimostrazione:
la ragione che il neder non ha valore è perchè disse:
È come se avessi accettato il dono che richiesi da te ed ora non ne ho più bisogno,
ma se no, se non ha detto questa frase, è neder.
Ora secondo l'opinione di chi è stata insegnata la Mishna?
Se è secondo l'opinione di R'Eliezer ben Yaakov,
si tratta di un neder per stimolo  e non ha valore persino se ha detto: È come se avessi accettato.
non si tratta piuttosto di
Rabbanan? Ed essi dissentono intorno a ciò e ritengono che non si tratta di un neder di stimolo, e solo se l'amico disse: È come se avessi accettato, il neder viene annullato.
La Ghemara respinge la dimostrazione:
Resta fermo che la Mishna è secondo l'opinione di R'Eliezer 
ben Yaakov,
ed è d'accordo R'Eliezer 
ben Yaakov su questa 
che è neder,
perchè gli disse l'amico:
Non sono mica un re
che io arreco vantaggi a te
e tu non li arrechi a me. E in questo caso se i vantaggi non saranno reciproci lui intende veramente
proibire con konam all'amico di godere vantaggi da lui ed anche per R'Eliezer ben Yaakov, è neder.
La Ghemara tenta di risolvere il dubbio in altra maniera:
Gli disse Mar Kashisha
figlio di R'Chisda
a R'Ashi:
 

Vieni e impara:
NEDARIM DI ONES:
FECE NEDER SU DI LUI IL SUO AMICO
PERCHÈ MANGI PRESSO DI LUI,
E SI AMMALÒ LUI
O SI AMMALÒ SUO FIGLIO
O LO IMPEDÌ IL FIUME e non potè mangiare presso di lui,
tuttavia se non è così che intervenne un ones è neder.
Ora secondo l'opinione di chi è stata insegnata la Mishna?
Se è secondo l'opinione di R'Eliezer ben Yaakov,
si tratta di un neder per stimolo  e non ha valore persino se non intervenne un ones
non si tratta piuttosto di
Rabbanan? Ed essi dissentono e considerano questo un neder completo.
La Ghemara respinge la dimostrazione:
Resta fermo che la Mishna è secondo l'opinione di 
R'Eliezer ben Yaakov,
E forse tu ritenevi che a fare il neder
fu l'invitante sull'invitato?
No,
si tratta del caso in cui l'invitato fece neder sull'invitante,
perchè gli disse l'invitato:
Mi inviti al tuo pranzo?
Gli disse l'invitante: Sì.
aggiunse l'invitato: Ti sia questo un neder,
e l'invitante fece neder,
e si ammalò lui l'invitato
o si ammalò suo figlio
o lo impedì il fiume,
sono questi nedarim di ones che non hanno valore perchè la condizione si adempì per ones.
 

La Ghemara tenta di risolvere il dubbio in altra maniera:
Vieni e impara quando insegna una Baraita:
INOLTRE DISSE
R'ELIEZER
BEN YAAKOV:
UNO CHE DISSE AL SUO AMICO
KONAM
CHE IO TRAGGA VANTAGGI DA TE
SE TU NON
VIENI COME OSPITE DA ME
E MANGI CON ME
PANE CALDO
E BEVI CON ME
UN BICCHIERE CALDO,
E QUELLO SI ARRABBIÒ CON LUI e fece un neder di non essere suo ospite,
ANCHE QUESTI
SONO NEDARIM DI STIMOLO,
MA I CHACHAMIM NON GLI DETTERO RAGIONE.
 
 
 

La Ghemara conclude la dimostrazione che si ricava dalla Baraita:
Cosa vuol dire la Baraita con i chachamim non gli dettero ragione,
non è forse
nedarim daf 24b
che persino nel caso precedente quello della nostra Mishna i chachamim non gli dettero ragione?
E impara da ciò:
I chachamim sono in disaccordo con lui anche nel caso della nostra Mishna, e benchè là il neder ha più l'aspetto di un neder di stimolo, i chachamim non lo ritengono tale.
La Ghemara conclude:
Impara da ciò che i chachamim ritengono che quello espresso nella nostra Mishna è un neder vero e proprio.
La Ghemara chiede:
Cosa è con lei? Quale è la conclusione halachica?
La Ghemara risponde:
Vieni e impara
quello che disse R'Huna: 
L'halacha 
è secondo R'Eliezer ben Yaakov.
E lo stesso disse
R'Ada bar Ahava:
L'halacha 
è secondo R'Eliezer ben Yaakov.

Ghemara 24ab
Mishna. Nedarim vacui che sono sciolti automaticamente senza richiesta ad un chacham sono per esempio:
Uno che disse konam su di me queste frutta
se non ho visto
su questa strada
un numero di passanti come coloro che uscivano dall'Egitto, esagerazione,
oppure se non ho visto
un serpente con la schiena a tacche come la trave del frantoio, bugia.
Mishna 24b
Ghemara.
La Ghemara porta una Baraita che amplia l'insegnamento della nostra Mishna:
È detto in una Baraita:
(I NEDARIM VACUI
SONO PERMESSI
LE SHEVU'OTVACUE
SONO PROIBITE) versione che appare nel Talmud Vilna, detta versione di Rabbenu Asher.
[COME I NEDARIM VACUI
SONO PERMESSI
COSÌ LE SHEVU'OT VACUE
SONO PERMESSE] versione di Rabbenu Nissim da noi usata per studiare l'argomento.
La Ghemara si domanda:
Come sarebbero delle shevu'ot vacue?
Se dici che sono shevu'ot vacue nel caso in cui disse: Shvu'a
se non ho visto
su questa strada un numero di passanti come coloro che uscivano dall'Egitto,
un'assurdità è quello che ha detto senza alcun significato di shevu'a.
La Ghemara chiarisce:
Disse Abbaye:
Sono shevu'ot vacue nel caso in cui disse: Shvu'a che ho visto su questa strada ecc.
La Ghemara solleva delle obiezioni a tale spiegazione:
Gli disse Rava:
Se così è che la Baraita viene a sciogliere shevu'ot esagerate, che necessità ho di dirlo non è infatti un chiddush, e ancora un'obiezione: Il Tanna della Baraita insegna sulla shevu'a a somiglianza del neder, e anche le shevu'ot vacue devono essere di due tipi: di esagerazione e di bugia. Abbaye ne porta solo di esagerazione.
La Ghemara porta un'altra interpretazione della Baraita:
Piuttosto, disse Rava: Sono shevu'ot vacue nel caso in cui disse: Mi siano proibite
tutte le frutta del mondo per shevu'a, se non ho visto su questa strada
un numero di passanti come coloro che uscivano dall'Egitto.
La Ghemara chiede:
Gli disse Ravina a R'Ashi:
Ma forse quell'uomo
vide un nido di formiche
e diede loro 
il nome di "coloro che uscivano dall'Egitto",
e si trova a fare una shevu'a in maniera corretta senza esagerazione ne bugia? E perchè la Baraita chiama questa una shevu'a vacua?
Ghemara 24b
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein