Make your own free website on Tripod.com
 

 
 
Yevamot - Mitzvat Chalitza - 104
104a MITZVAT CHALITZA CAPITOLO DODICESIMO YEVAMOT

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi

 
. . . . . .
Mishna Fece la chalitza di notte, la sua chalitza è keshera, ma R'Elazar la dichiara pasul.
Fece la chalitza sul piede sinistro, la sua chalitza è pesula, ma R'Elazar la dichiara kasher.
Sessantatreesima Mishna
Ghemara . . . . . .
La Ghemara cita un passo della nostra Mishna:
Fece la chalitza sul piede SINISTRO, LA SUA CHALITZA è pesula, ma R'Elazar la dichiara kasher.
La Ghemara chiede:
Quale è la ragione alla base della shitadi Rabbanan?
La Ghemara risponde:
Impariamo tramite una ghezera shava tra la parola "piede" scritta nel contesto della chalitza e la parola "piede" scritta nel contesto del metzora, come là nel metzora il piede di cui si parla è il destro, anche qui, nella chalitza si parla del piede destro.
La Ghemara chiede:
E forse R'Elazar non impara la ghezera shava "piede""piede" dal metzora? Ma imparammo in una Baraita: R'ELAZAR DICE: DA DOVE IMPARIAMO CHE LA PERFORAZIONE dello schiavo a vita SI FA proprio SULL'ORECCHIO DESTRO? È DETTO QUI tra le regole dello schiavo a vita"ORECCHIO" ED È DETTO PIÙ AVANTI nelle regole del metzora"ORECCHIO", COME PIÙ AVANTI nelle regole del metzora si parla dell'orecchio DESTRO, ANCHE QUI nelle regole dello schiavo a vita si parla dell'orecchio DESTRO, ecco che egli impara la ghezera shava dal metzora!
La Ghemara risponde:
Disse R'Ytzchak bar Yosef in nome di R'Yochanan: La shita è invertita, cioè è R'Elazar che dichiara pasul la chalitza eseguita sul piede sinistro.
La Ghemara insorge contro questa decisione:
Rava disse: Giammai non invertire, perchè le parole "orecchio" "orecchio" sono superflue nel versetto, e questa è un invito ad imparare la ghezera shava, mentre le parole "piede""piede"non sono superflue nel contesto della yevama, e quindi non si tratta di una ghezera shava completa.
La Ghemara chiede:
E quando le parole non sono superflue che difficoltà c'è? Noi sappiamo infatti che una ghezera shava, con parola superflua solo in un contesto, viene respinta soltanto nel caso in cui sussista nei suoi riguardi una difficoltà, e nel nostro caso quale difficoltà c'è?
La Ghemara risponde:
Si può sollevare la difficoltà: che paragone è mai questo della chalitza con il metzora, che è gravato per la sua purificazione del legno di cedro e dell'issopo e del filo di scarlatto, ed è possibile che perciò la Tora ordinò anche il piede destro, mentre nella chalitza ciò è indifferente.
Mishna Se la yevamafece la chalitza e sputò come è scritto, ma non recitò i versetti previsti, la sua chalitza è keshera
se tuttavia recitò i versetti previsti e sputò, ma non fece la chalitza, la sua chalitza è pesula,
se la yevama fece la chalitza e recitò i versetti previsti, ma non sputò, 
R'Elazar dice: la sua chalitza è pesula,
R'Akiva dice: la sua chalitza è keshera.
Sesantaquattresima Mishna - resha
99b
Gli disse R'Elazar: (Deuteronomio, 25) "Così sia fatto" è scritto a proposito della chalitza da cui impariamo che ogni cosa che riguarda l'azione invalida la chalitza, 
Gli disse R'Akiva: Da lì vorresti addurre una prova? "Così sia fatto all'uomo"è scritto a proposito della chalitza da cui impariamo che ogni cosa che riguarda l'azione sull'uomo invalida la chalitza, e togliergli il sandalo è un'azione sul corpo dell'uomo, ma non lo sputo.
Il sordomuto che viene scalzato e la sordomuta che scalzò, come pure la maggiorenne che scalza il minore, la sua chalitza è pesula.
Se una minore scalzò, scalzi di nuovo quando diventerà maggiorenne, e se allora non scalzò, la sua chalitza è pesula.
Se una yevama scalzò alla presenza di due giudici o di tre, e uno di essi si scopre che è un parente o uno comunque pasulcome testimonio, la sua chalitza è pesula, ma R'Shimon e R'Yochanan Hasandlar dichiarno kasher,
e accadde che uno fece la chalitza tra lui e lei in prigione, e il caso si presentò a R'Akiva ed egli lo dichiarò kasher.
Sessantaquattresima Mishna - sefa
. . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi