Make your own free website on Tripod.com
 

 
 
daf11 Nazir - Mi SheamarSota - Hamkane
11a HAMKANE CAPITOLO PRIMO SOTA

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
La Ghemara cita un altro versetto di Samuele concernente Avshalom:
(Samuele II 18, 18)
E Avshalom aveva preso
e costruito per sè da vivo .
La Ghemara chiede:
Che mai prese?
La Ghemara spiega:
Disse Resh Lakish: Prese una cattiva decisione per sè stesso.
La Ghemara cita la continuazione del versetto:
il monumento
che si trova nella valle del re ecc.
La Ghemara commenta:
Disse R'Chanina bar Pappa:
Secondo un profondo
consiglio del Re del Mondo,
sota daf 11a
perchè è scritto:
(Samuele II 12, 11)
Ecco che io compio su di te
una disgrazia dalla tua stirpe .
Una simile cosa tu dici a proposito del versetto
(Genesi 37, 14)
E lo mandò dalla profondità di Chevron , in cui Yosef veniva mandato a vedere cosa facevano i fratelli.
Disse R'Chanina bar Pappa:
Secondo il profondo consiglio
di quel giusto il nostro patriarca Abramo
che è sepolto a Chevron, come è scritto che fu detto ad Abramo nel Berit ben Habetarim
(Genesi 15, 13)
Perchè tu ben devi sapere
che la tua progenie sarà straniera . 
Giacobbe, mandando Yosef a visitare i suoi fratelli,  realizzò la  profezia fatta ad Abramo circa la schiavitù dei suoi discendenti in Egitto. 
La Ghemara cita un altra parte del versetto di Samuele concernente Avshalom:
(Samuele II 18, 18)
Perchè disse: Non ho un figlio .
La Ghemara si meraviglia:
Non aveva figli?
Eppure è scritto: 
(Samuele II 14, 27)
E nacquero ad Avshalom
tre figli e una figlia - ! -
La Ghemara risponde:
Disse R'Yitzchak bar Avidimi: Perché non aveva un figlio degno di diventare re.
La Ghemara riporta un insegnamento tradizionale al proposito:
R'Chisda disse che su questo argomento abbiamo una tradizione:
Chi dà fuoco 
al raccolto del suo prossimo
non lascia dietro a sé un figlio che lo erediti,
e lui distrusse quello di Yoav,
come è scritto:
(Samuele II 14, 30)
E disse ai suoi servi: Guardate
la parte di Yoav accanto alla mia
dove egli ha dell'orzo,
andate e appiccate il fuoco .
E appiccarono il fuoco i servi di Avshalom
quella parte .

 

Ghemara 11 - 1
La Ghemara riporta un passo della nostra Mishna:
E LO STESSO rapporto VALE PER IL BENE,
MIRIAM stette in attesa per Moshe un'ora . . . perciò si trattennero per lei Israel sette giorni.
La Ghemara obietta:
Forse le due cose sono simili? Là Miriam attese un'ora,
qui Israel attesero sette giorni!
La Ghemara spiega:
Disse Abbaye, dì piuttosto:
Quando al bene non è così.
La Ghemara obietta:
Eppure E LO STESSO rapporto VALE PER IL BENE
è insegnato nella Mishna! 
La Ghemara spiega:
Piuttosto, disse Rava,
così insegna la Mishna:
E lo stesso vale per il bene
che viene cioè ripagato nella stessa misura,
ma resta vero che la misura del premio
supera la misura del castigo.
La Ghemara prende in considerazione un altro versetto:
(Esodo 2, 4) E ristette sua sorella da lungi per sapere che cosa sarebbe stato fatto di lui.
Disse R'Yitzchak:
Tutto questo versetto 
si riferisce alla Divina Presenza,
"E ristette" perché è scritto:
(Samuele I 3, 10)
E il Signore venne e ristette ecc.
"sua sorella" perché è scritto:
(Proverbi 7, 4)
Dì alla sapienza tu sei mia sorella,
"da lungi" perché è scritto:
(Geremia 31, 2)
Da lungi il Signore mi apparve,
"per sapere" perché è scritto:
(Samuele I 2, 3)
Perchè é un Dio che sa, il Signore,
"che cosa" perché è scritto:
(Deuteronomio 10, 12)
Che cosa il Signore tuo Dio
chiede da te,
"sarebbe stato fatto" perché è scritto:
(Amos 3, 7)
Perchè non farà 
[il Signore] Iddio cosa
"di lui" perché è scritto:
(Giudici 6, 23)
E il Signore dirà di lui pace.
 
 
Ghemara 11 - 2
La Ghemara riporta una serie di insegnamenti sulla permenenza di Israel in Egitto:
. . . . . .
Ghemara 11 - 3
La Ghemara riporta un altro insegnamento sui miracoli che avvennero a Israle in Egitto:
Insegnò R'Avira:
Per merito di donne giuste
che vissero in quella generazione
Israel furono salvati dall'Egitto,
nel momento in cui vanno
ad attingere acqua,
il Santo Benedetto Egli sia
fa loro trovare piccoli pesci
nelle loro anfore ed attingono
metà acqua e metà pesci,
e vengono e mettono sul fuoco
due pentole
una di minestra calda
e una di pesci,
e le portano ai loro mariti
nei campi, e li lavano
e li ungono
e li nutrono
e danno loro da bere
 
 
 
 

e fan loro vedere quanto li desiderano
tra i bordi rialzati ai margini dei campi, come è detto:
(Salmi 68, 14)
Se vi giacerete
tra i bordi dei campi ecc.
come ricompensa del vostro giacervi 
tra i bordi dei campi
meritarono Israel di saccheggiare l'Egitto,
come è detto: (Salmi 68, 14)
Ali di colomba ricoperte d'argento
e le sue penne di verde oro,
e quando restano incinte
vanno alle loro case
e quando viene 
il momento di partorire,
vanno a partorire nel campo
sotto il melo, come è detto:
(Cantico dei Cantici 8, 5)
Sotto il melo
ti ho risvegliato ecc. per farti uscire dal ventre di tua madre.
 
 
 
 

E il Santo Benedetto Egli sia
mando dall'alto del cielo
chi le ripulisce
e le assiste, come la levatrice
che si prende cura del neonato,
come è detto: (Ezechiele 16, 4)
E quanto alla tua nascita,
nel giorno in cui nascesti
non ti venne reciso l'ombelico
né fosti immersa nell'acqua
per detergerti ecc.
e il Santo Benedetto Egli sia raccoglie per loro due pallottole
una di olio
e una di miele,
come è detto: (Deuteronomio 32, 13)
E l'ho nutrito con il miele della roccia 
e con l'olio ecc.
 
 

E quando li scoprono
gli Egiziani vengono per ucciderli,
e vien loro fatto un miracolo
e vengono inghiottiti dalla terra,
e quelli portano buoi
e arano sulle loro schiene,
come è detto: (Salmi 129, 3)
Sulla mia schiena
ararono gli aratori ecc.
 
 
 

Ma quando se ne vanno
spuntano ed escono
come l'erba dei campi, come è detto:
(Ezechiele 16, 7)
Come una che si moltiplica
come la verzura dei campi, ti ho resa.

E quando son cresciuti vengono
come greggi di greggi alle loro case,
come è detto: (Ezechiele 16, 7)
E ti moltiplichi e cresci e giungi
con monili di monili,
non leggere con monili di monili
ma con greggi di greggi che si ottiene in ebraico aggiungendo una resh alla parola monile.
 

E quando si rivelò
il Santo Benedetto Egli sia 
sul mare essi lo riconobbero 
per primi, come è detto:
(Esodo 15, 2)
Questo è il mio Dio e ne celebrerò la gloria.
 
 
 

Ghemara 11 - 4
. . . . . . Ghemara 11 - 5
La Ghemara prende in esame una nuova serie di versetti:
(Esodo 1, 21)
Ed avvenne che siccome le levatrici temettero
Iddio
Egli fece di loro dei casati.
La Ghemara riporta la seguente machloket :
Tra Rav e Shmuel, uno disse:
Casati di Leviim e Kohanim,
e uno disse: Casati di re.
La Ghemara obietta:
Quello che disse:
Casati di Leviim e di Kohanim,
si riferisce a Aharon e Moshe che discendevano da Yocheved,
Ma quello che disse: Casati di re,
si riferisce a David che discendeva da Miriam,
perché è scritto:
(Cronache I 2, 19)
E morì 'Azuva (moglie di Kaleb)
e Kaleb si prese Efrat
che gli partorì Chur, ed è scritto:
(Samuele I 17, 12)
E David, figlio di un Efratide ecc. anche David era discendente da Yocheved. 
Quale è quindi la machloket tra Rav e Shmuel?
La Ghemara riporta un altro versetto che parla di Kaleb:
(Cronache I 2, 18)
E Kaleb figlio di Chetzron
generò dalla moglie 'Azuva
e da Yeriot
e questi furono i suoi figli:
Yesher, Shovav e Ardon.
La Ghemara chiede:
Kaleb era figlio di Chetzron?
Ma in Numeri 13, 6 egli è chiamato figlio di Yefune - ! -
La Ghemara interpreta:
La scrittura si riferisce a Kaleb come a uno che voltò il viso dal consiglio degli esploratori.
La Ghemara indica altre difficoltà circa la paternità di Kaleb:
Ed inoltre egli è figlio di Kenaz,
perché è scritto: (Giudici 1, 13)
E la conquistò 'Atniel figlio di Kenaz
fratello di Kaleb.
La Ghemara spiega: 
Disse Rava: Kaleb era figliastro di Kenaz.
Ghemara 11 - 6
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein