Make your own free website on Tripod.com
  
besiata dishemaya
!! Messaggio !!

 
Chavruta!

 
 
Care "chavrutot" (in italiano non suona chissachè, ma tentate di pensarlo in . . . aramaico! ammesso che lo sia)

- Unknown 212.25.90
- American Online, US Commercial
- Unknown 151.20.10.170
e altri

Nel mettere in piedi questo sito non abbiamo mai pensato che delle folle festanti di Giudii italiani si sarebbero messe subito a studiare il Daf Yomi come fosse il Corrierino dei Piccoli (se ancora esiste).
Le nostre previsioni erano abbastanza vicine a ciò che è in effetti accaduto.
La cosa fantastica è che da quando abbiamo aperto non ci è mancata quasi mai "chavruta", quasi ogni giorno uno, due, tre hanno aperto e ci siamo sentiti in compagnia e, molto di più, abbiamo sentito realizzarsi in noi quanto è detto in Avot, 3, 3: ma due che siedono e ci sono tra loro parole di Tora . . .
Inoltre che cos'è una Yeshiva se non un insieme di chavrutot? Anche gli Ebrei italiani hanno una Yeshivà! Forse quelli di Roma pensano che è più che altro una Yeshiv"e" (Yeshivà nella pronuncia ashkenazita) e si sentono in dovere di essere molto freddi! Ma, insomma, si fa quel che si può!
Quello che non è andato troppo bene è stata l'estrema baishanut (timidezza)delle nostre Chavrutot! Ancora ci insegna Avot, 2, 6: nè il timido impara . . . !
Ma come, nessuno ha notato quanto zoppichi in tanti posti il nostro italiano?
E tutte quelle lacune! Tante volte il nostro Daf Yomi è un dappino yomino che fa pena!
E la translitterazione poi è un vero disastro!
E distogliamo i nostri sguardi delle tzarot che appaiono negli schemini di Massechet Yevamot!
Senza parlare di tante cantonate nella stessa interpretazione delle sughiot!
ecc. ecc.
Se la squallida verità è che quelli che aprono Chavruta sono solo delle anime nobili che si stampano il nostro materiale pensando che forse un giorno potrà servire a qualcosa, abbiamo pietà delle loro stampatrici, benchè non si tratti di tzaar ba'ale chiym! (la Tora proibisce di causare dolore agli animali)
Comunque il ridurre Chavruta a materiale cartaceo è la cosa più lontana dalle nostre intenzioni! Quello che ci affascina di questo mezzo è proprio la plasticità, la modificabilità, la vocazione al dialogo e all'interazione. Pensiamo che se Rav Ashi e Ravina avessero avuto a disposizione questo mezzo non si sarebbero mai presi la responsabilità storica di fissare la Tora Shebe'alpe in iscritto! Altro che proibire l'Internet, avrebbero proibito gli scartafacci!
Comunque, anche così può andare, finchè ci sarà concessa la siata dishmaya di continuare questo fantastico lavoro.
 
Kol Hakavod a tutte le nostre chavrutot!! Kol Hakavod a tutte le nostre chavrutot!! 
Kol Hakavod a tutte le nostre chavrutot!!

 

Per tutta la banda di Chavruta,
un cordiale Shalom da
Nada Goldstein, coordinatrice.


 
Torna all'indice della Miscellanea