Make your own free website on Tripod.com

ROSH HASHANA 26

È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e 
a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein
 
Mishna 26a

Il Tanna introduce l'argomento finale del nostro trattato, la mizva di suonare lo shofar a Rosh Hashana. Questa Mishna discute su quali tipi di corna animali siano adatte come shofar: Tutti gli shofar sono kasher eccetto quello di mucca, perchè esso è; un "keren". R'Yose disse: Ma tutti gli shofar sono chiamati "keren", come èdetto: "mentre si prolunga il suono del keren del yovel.
 

Ghemara La Ghemara chiede:
Ha ben detto R'Yose! E Rabbanan?
La Ghemara risponde:
Tutti gli shofar son chiamati shofar e son chiamati keren. Quello di mucca è; chiamato keren, manon è; chiamato shofar, come è; scritto: Primogenito, il suo toro, è il suo splendore, e le sue corna sono karne re'em.
La risposta di R'Yose:
E R'Yose ti direbbe: Anche di mucca si chiama shofar, perchè è; scritto: E sarà piùgradito a Dio che un shor par. Se shor perchè; par, se par perchè; shor. Come mai shor par? Più gradito a Dio che uno shofar, il cui suono caratterizza i giorni di digiuno e li simboleggia.
Rabbanan respingono la spiegazione di R'Yose:
E Rabbanan seguono R'Matna, perchè; R'Matnadisse: Che vuol dire "shor par"? Che è; grande come un "par", un bovino completamente cresciuto.
La Ghemara fornisce un nuovo argomento che squalifica il corno di bue come shofar.
Ulla disse: Ecco che il modo di ragionare di Rabbanan corrisponde a quello di Rav Chisda, perchè; Rav Chisda affermò;: Perchèmai il Kohen Gadol non entra nella parte più; interna del Santuario per compiervi il culto con le vesti dorate perchè l'accusatore non si fa difensore. Come l'oro anche il corno di bue ricordano il Vitello d'oro!
La Ghemara mette alla prova l'affermazione di Rav Chisda:
Veramente no? E allora il sangue del bue sacrificato che viene spruzzato sul coperchio dell'Arca?
La Ghemara risponde:
Siccome un cambiamento è; avvenuto, da bue a sangue, un cambiamento è; avvenuto nell'impedimento ad essere difensore.
La Ghemara chiede ancora:
E come la mettiamo con l'Arca, il Coperchio ed il Cherubino, anch'essi fatti d'oro?
La Ghemara risponde:
Di non avvicinarsi, è; al peccatore che noi lo diciamo!
La Ghemara non desiste:
Ma ci sono la paletta e l'incensiere!
Che non si adorni con l'elemento con cui ha peccato, è; al peccatore che noi lo diciamo!
La Ghemara insiste estendendo l'attacco:
Ci sono bensì le vesti dorate indossate dal Kohen Hagadol all'esterno della Sancta Sanctorum!
La Ghemara risponde:
Che gli ornamenti d'oro sono un accusatore a Yom Kippur, noi lo diciamo soloall'interno.
Avendo chiarito il principio di Rav Chisda, è possibile ora un altro attacco:
Ma anche lo shofar è usato all'esterno e quindi non dovrebbe divenire un "accusatore" se fatto di corno di bue!
La Ghemara risponde:
Siccome serve per sollecitare il ricordo di Israel dinnanzi a Dio, è; equiparato adun servizio eseguito all'interno.
Ma a questo punto, tornando alla Mishna, la Ghemara chiede a Ulla:
Ma il Tanna (cioè Rabbanan della Mishna) ha esplicitamente affermato che il motivo per cui il corno di mucca non è kasher per lo shofar è: PERCHÈESSO È; "KEREN"!
La Ghemara risponde:
[IlTanna] si è; espresso secondo la formula: prima di tutto...e inoltre, come segue: Primo, perchè l'accusatore non si fa difensore. E inoltre perchè esso è un "keren".
La Ghemara presenta le risposte di R'Yose ai due argomenti di Rabbanan per escludere le corna di mucca:
E R'Yose ti direbbe:Per quanto hai detto che l'accusatore non si fa difensore, questo vale per l'interno e lo shofar opera all'esterno. E per quanto hai detto perchè esso è; un "keren", tutti gli shofar sono chiamati "keren".
La Ghemara ora riporta una ragione interamente diversa per cui non vanno bene le corna di mucca:
Abbaye disse: Questa è la ragione di Rabbanan: il Misericordioso ha detto uno shofar e non due o tre shofar. E questo della mucca, siccome è fatto di tanti strati, ha l'apparenza di due o tre shofar.
La Ghemara rivolge ora ad Abbaye la stessa domanda che rivolse ad Ulla:
Ma il Tanna (cioè Rabbanan della Mishna) ha esplicitamente affermato che il motivo per cui il corno di mucca non è kasher per lo shofar è: PERCHÈ ESSO È; "KEREN"!
La Ghemara risponde:
[IlTanna] si è; espresso secondo la formula: prima di tutto...e inoltre, come segue: Primo, perchè il Misericordioso ha detto uno shofar e non due o tre shofar. E noltre perchè esso è; un "keren".
La Ghemara presenta le risposte di R'Yose ai due argomenti di Rabbanan per escludere le corna di mucca:
E R'Yose ti direbbe:Per quanto hai detto che il Misericordioso ha detto uno shofar e non due o tre shofar, il mio parere è che siccomegli strati sono attaccati tra loro, esso è; uno. E per quanto hai detto perchè esso è un "keren", tutti gli shofar sono chiamati "keren".
La Mishna chiamò il corno di ariete "yovel". La Ghemara ora domanda:
Quale fonte indica che questo yuvla è un termine che significa ariete? Perchè fu insegnato in una Baraita: R'AKIVA DISSE: QUANDO VIAGGIAVO IN ARABIA, CHIAMAVANO L'ARIETE "YUVLA". La Baraita continua con altre osservazioni linguistiche fatte da R'Akiva nei suoi viaggi. {noi le tralasciamo}.
Sulla scia delle osservazionoi di viaggio di R'Akiva , la Ghemara presenta altre scoperte del significato di parole poco usate fatte da viaggiatori, Tannaim e Amoraim, e cita vari versetti dove tali parole vengono usate.

26b

Segue una serie di sei incidenti dove il significato di parole insolite venne rivelato incircostanze e da persone inaspettate. {tutto ciò tralasciamo}
Mishna La Mishna continua a discutere su quale shofar sia adatto ad essere suonato a Rosh Hashana, e sulla maniera di suonarlo nel Tempio:
Lo shofar di Rosh Hashana deve essere di capra selvatica, diritto e con l'imboccatura d'oro, e due trombe vengono suonate ai suoi lati.Lo Shofar suona un suono lungo e le trombe suonano un suono corto, perchè il comandamento del giorno è con lo shofar.
La Mishna passa ora agli shofar dei digiuni e al modo di suonarli:
E nei digiuni, shofarot di maschi (arieti) piegati, le imboccature ricoperte d'argento e due trombevengono suonate nel mezzo. Lo Shofar suona un suono corto e le trombe suonano un suono lungo, perchè il comandamento del giorno è con le trombe.
La Mishna discute ora sul suono dello shofar nel Kippur dell'Anno Giubilare;
Il Yovel è identico a Rosh Hashana, quanto al suono dello shofar e quanto alle benedizioni.
Un altro Tanna dissente dal Tanna Kamma (il primo che parla in una Mishna) nel caso di Rosh Hashana:
R'Yehuda dice: A Rosh Hasahana suoniamo con corna di maschi (arieti), e negli anni di Yovel con corna di capre selvatiche.
Ghemara La Ghemara riporta un insegnamento di un Amora (studioso di epoca talmudica) in disaccordo con quanto affermato nella nostra Mishna:
R' Levi disse: La mizva di suonare lo shofar nei giorni di Rosh Hashana e di Yom Kippur dell'anno di Yovel si adempie con corna piegate e nel resto dell'anno con corna diritte.
La Ghemara, in tono stupito:
Ma abbiamo appreso nella Mishna: LO SHOFAR DI ROSH HASHANAdeve essere DI CAPRA SELVATICA, DIRITTO?
La Ghemara risponde:
[Levi] disseciò che disse secondo un altro Tanna, perchè è; stato insegnato in una Baraita: R'YEHUDA DICE: A ROSH HASHANA SI SUONA CONcorna DI MASCHI,PIEGATI E A Yom Kippur degli anni di YOVEL CONcorna DI CAPRE SELVATICHE, che sono diritte.
Avendo appurato che Levi segue, per lo meno per quanto concerne Rosh Hashana, l'opinione di R' Yehuda, la Ghemara chiede:
Ma poteva [Levi] semplicemente affermare:"L'halacha è secondo R'Yehuda!?"
La Ghemara risponde:
Se avesse detto soltanto: "L'halacha è; secondo R'Yehuda", avrei detto che[Levi] pensa come R'Yehuda persino riguardo all'uso di uno shofar diritto nel Kippur dell'anno di Yovel. [Levi] perciò ci informa che nel caso del Yovel l'halacha non segue R'Yehuda, e viene usato un corno piegato.
La Ghemara passa a spiegare la divergenza di opinioni tra il Tanna Kamma e R'Yehuda nella nostra Mishna:
Su quali punti divergono [ i Tannaim della nostra Mishna]? Un maestro [R'Yehuda] sostiene che a Rosh Hashana più; che uno piega la sua mente , meglio è;. E a Yom Kippur dell'anno del Yovel più; che uno raddrizza la sua mente, meglio è. Ma l'altro maestro [il Tanna Kamma] ] sostiene che a Rosh Hashana più; che uno raddrizza la sua mente, meglio è;, e nei digiuni, più; che uno piega la sua mente, meglio è.

Torna a Daf Yomi