Make your own free website on Tripod.com
 

 
Daf 112Ketubbot - Shene Daiane
112b DUE GIUDICI CAPITOLO TREDICESIMO KETUBBOT

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
Daf precedente Torna a Daf Yomi

 
Ghemara. La Ghemara racconta come R'Zera posò il piede in Eretz Yisrael: 
Quando R'Zera stava salendo
in Eretz Yisrael da Bavel,
non trovò un ponte per passare il Giordano nel punto che lui voleva, allora
si aggrappò senza esitazione alla fune tesa su un tronco che collegava le due rive del fiume e così attraversò il Giordano. Gli disse un certo Sadduceo che assisteva alla scena:
Popolo sventato che non siete altro, che anticipaste 
le vostre bocche alle vostre orecchie e accettaste la Tora senza aver sentito cosa vi era scritto,
ancora nella vostra sventatezza persistete!
Gli disse R'Zera:
Un posto che Moshe e Aharon
non si meritarono,
io, chi mi dirà che lo meriterò?
La Ghemara racconta come altri Amoraim si comportavano all'arrivo in Eretz Yisrael:
R'Abba baciava le rocce di 'Akko.
R'Chanina rimuoveva gli intralci sulle strade di Eretz Yisrael perchè la gente inciampando non avesse a lamentarsi del paese. R'Ami e R'Asi
daf 112b
si spostavano dal sole all'ombra
e dall'ombra al sole per sentirsi sempre a proprio agio e non avere pensieri cattivi su Eretz Yisrael.
R'Chiya bar Gamda
si rotolava nella sua polvere di Eretz Yisrael
perchè è detto: (Salmi 102, 15)
Perchè desiderarono i Tuoi servi
le sue pietre 
e ameranno la sua polvere.
La Ghemara racconta sugli ultimi giorni:
Disse R'Zera
in nome di R'Yirmya bar Abba:
Nella generazione che viene il figlio di David, nei tempi del Messia,
vi sarà un attacco
contro gli studiosi della Tora.
Quando lo disse 
alla presenza di Shmuel, disse:
Raffinamento dopo raffinamento,
infatti è detto: (Isaia 6, 13)
E di essa resta un decimo
e torna a verificarsi la distruzione.
Insegnò R'Yosef:
Ondate di SACCHEGGIATORI, E SACCHEGGIATORI DI SACCHEGGIATORI si alterneranno sulla Terra di Israel.

La Ghemara conclude il Trattato Ketubbot, come è uso, con parole di conforto e di benedizione:
Disse R'Chiya bar Ashi
in nome di Rav:
In futuro tutti gli alberi infruttiferi
che si trovano in Eretz Yisrael
porteranno frutto, come è detto: (Ioel 2, 22)
Perchè l'albero portò il suo frutto
il fico e la vite dettero il loro pregio.
L'albero di cui parla la prima parte del versetto non è un albero da frutto come il fico e la vite, è piuttosto un albero qualunque persino quello che usualmente è senza frutti.

Ghemara 112
Hadran 'Alach Shene Dayane Ghezerot Uslika La Massechet Ketubbot
Daf precedente Torna a Daf Yomi
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo e a piè pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein