Make your own free website on Tripod.com
 

 
Yevamot - Ha'arel - 78
78a HA'AREL CAPITOLO OTTAVO YEVAMOT

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
. . . . . .
78b
. . . . . .
Mishna A mamzerime netinim è proibito sposarsi nella comunità, e la loro proibizione è perpetua per entrambi i maschi e le femmine. Quarantanovesima Mishna
Ghemara La Ghemara porta un ordinamento contrario a quello della Mishna:
Disse Resh Lakish: A una mamzeret dopo dieci generazioni è permesso di sposarsi nella comunità.
La Ghemara spiega:
Egli deriva ciò tramite una ghezera shava basata sulle parole "decimo" "decimo" dalla proibizione di sposare un ammonita e un moabita. Come là nel caso di Ammoniti e Moabiti le femmine sono permesse, anche qui nel caso del mamzerle femmine sono permesse.
La Ghemara fa notare:
Se la ghezera shava equipara la mamazeret alla femmina degli Ammoniti e Moabiti come là nel caso di Ammoniti e Moabiti le femmine sono permesse immediatamente, anche qui nel caso del mamzer le femmine devono essere permesse immediatamente. Come mai Resh Lakish le permette solo dopo dieci generazioni?
La Ghemara risponde:
Quand'è che vale la ghezera shava? Soltanto dalla decima generazione in poi.
La Ghemara chiede:
Ma noi imparammo nella nostra Mishna: A MAMZERIM E NETINIM È PROIBITO sposarsi nella comunità, E LA LORO PROIBIZIONE È PERPETUA per ENTRAMBI I MASCHI E LE FEMMINE.
La Ghemara risponde:
Ciò non solleva alcuna difficoltà. Questo ordinamento di Resh Lakish, che la mamzeret è permessa dopo dieci generazioni, si accorda con chi dice: "Decidi da esso e continua a decidere da esso." Siccome il carattere perpetuo della proibizione del mamzer si impara da una ghezera shava dagli Ammoniti e Moabiti, e presso di essi c'è una distinzione tra maschi e femmine, impariamo la stessa distinzione anche a proposito del mamzer. Mentre questo ordinamento della nostra Mishna, che la mamzeret è proibita anche dopo dieci generazioni, si accorda con chi dice: "Decidi da esso ma poni la derivazione nel suo contesto." Una volta imparato il carattere perpetuo della proibizione del mamzer da una ghezera shava dagli Ammoniti e Moabiti, noi collochiamo tale carattere perpetuo nell'ambiente del mamzer in cui non c'è distinzione alcuna tra maschi e femmine.

La Ghemara racconta:
Chiesero a R'Eliezer: Quale è la legge della mamzeret dopo dieci generazioni? Egli disse loro: Chi può darmi una terza generazione in modo che io possa renderla pura? Egli infatti riteneva che non può esserci una terza generazione da un mamazer, egli è destinato ad estinguersi prima della terza generazione.
La Ghemara commenta:
Evidentemente egli riteneva che un mamzer non vive per perpetuare le generazioni. E lo stesso disse Rav Huna: Il mamzer non vive.
La Ghemara chiede:
Ma noi imparammo nella nostra Mishna: A MAMZERIM E NETINIM È PROIBITO sposarsi nella comunità, E LA LORO PROIBIZIONE È PERPETUA. Da qui si deduce che i mamzerim vivono!
La Ghemara risponde:
Disse R'Zera: Mi fu spiegato in nome di Rav Yehuda: Uno, un mamzer, risaputo vive e perpetua le generazioni, ma uno sconosciuto, di cui non si sa che è mamzer, non vive. Uno che è conosciuto e sconosciuto vive fino a tre generazioni, di più non vive.

La Ghemara racconta:
C'era uno, un mamazer non conosciuto, che viveva nei dintorni di R'Ami. Questi dichiarò pubblicamente che  costui era mamazer. Egli se ne andava intorno piangendo. Gli disse R'Ami: Ti ho dato la vita!

La Ghemara passa a trattare l'argomento dei netinim:
Disse Rav Chana bar Adda: Sui netinim decretò il Re David, come è detto: E il re fece chiamare i Ghivonim e disse loro - e i Ghivonim non fanno parte dei figli di Israel ecc. cioè non è loro permesso di prendere moglie nella comunità dei figli di Israel.
La Ghemara spiega:
Per quale ragione [il Re David] decretò su di loro? Perchè è scritto: E c'era una carestia ai tempi di David per tre anni, anno dopo anno. Il primo anno David disse loro al popole di Israel: "Forse ci sono tra voi degli idolatri?" Perchè è scritto: E voi adorerete altri dei e a loro vi prostrerete . . . e [Hashem] tratterrà il cielo e non vi sarà pioggia ecc. Essi controllarono se vi fossero tra loro degli idolatri ma non ne trovarono. Il secondo anno David disse loro al popole di Israel: "Forse ci sono tra voi dei peccatori?" Perchè è scritto: E le gocce della pioggia sono state trattenute e la pioggia tardiva non vi fu, e tu avesti l'ardire della prostituta ecc. Essi controllarono se vi fossero tra loro dei casi di prostituzione ma non ne trovarono. Il terzo anno David disse loro al popole di Israel: "Forse ci sono tra voi alcuni che dichiarano di essere disposti a dare denaro per la carità in pubblico e non danno?" Perchè è scritto: Ci son nubi e vento, ma pioggia non c'è, un uomo si gloria di un falso dono. Essi controllarono se vi fossero tra loro dei casi del genere ma non ne trovarono. Allora David disse: La cosa la carestia non dipende altro che da me! Immediatamente, E David presentò il suo quesito dinnanzi a Hashem. Cosa significa tutto ciò? Disse Resh Lakish: Significa che egli interrogò gli Urim Vetumim. Quale versetto indica questa interpretazione? Disse R'Elazar: Viene da una ghezera shava che usa le due parole dinnanzi, dinnanzi. È scritto qui: E David presentò il suo quesito dinnanzi a Hashem. Ed è scritto là: Ed egli investigherà per lui sul giudizio degli Urim dinnanzi a Hashem.

La Ghemara riporta la risposta di Hashem a David:
E Hashem disse: [La carestia va imputata] a Shaul, e alla Casa del Sangue, perchè egli mise a morte i Ghivonim. "a Shaul" vuol dire che gli Israeliti peccarono, in ciò che Shaul non fu propriamente eulogizzato, "e alla Casa del Sangue" allude al peccato di Shaul stesso, perchè egli mise a morte i Ghivonim.
La Ghemara chiede:
Ma dove troviamo che Shaul uccise i Ghivonim?
La Ghemara risponde:
Egli veramente non li uccise, ma siccome massacrò gli abitanti di Nov la città dei Kohanim, che fornivano [ai Ghivonim] acqua e cibo, la Scrittura si riferisce a lui come se li avesse uccisi.
La Ghemara chiede:
Può essere che Dio domandò conto agli Israeliti dell'onore di Shaul perchè non fu propriamente eulogizzato, e nello stesso tempo domandò conto a Shaul per il fatto che uccise i Ghivonim?
La Ghemara risponde:
Sì, perchè disse Resh Lakish: Quale è il significato di quello che è scritto: Cercate Hashem voi tutti umili della terra, che avete adempiuto alla sua legge? Perchè nel posto in cui avviene "il suo giudizio", là si fa menzione delle sue azioni meritorie.

. . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi