Make your own free website on Tripod.com
 

 
4a CHAMESH 'ESRE NASHIM CAPITOLO PRIMO YEVAMOT

 
 
 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
[da Daf 3b: Dopo aver citato la Baraita in cui vengono interpretati i versetti della Tora che sono alla base degli ordinamenti contenuti nella nostra Mishna, la Ghemara solleva il seguente problema:
La ragione per cui la proibizione dell''erva fa soprassedere al precetto dello Yibbum, è che il Misericordioso scrisse:"sopra di lei", perchè se non fosse così avrei detto che la sorella della moglie esegue sì lo yibbum! Per quale ragione? Perchè noi enunciamo in generale il principio: Viene un precetto positivo, detto 'ase (fa!) dello Yibbum e respinge una proibizione, il precetto negativo, detto lo ta'ase (tu non farai!).
La Ghemara esprime una perplessità:
Chi ci assicura che tale principio viene applicato in questo caso? Forse potresti dire che enunciamo ed applichiamo il principio viene un 'ase e respinge un lo ta'ase soltanto quando si tratta di un lo ta'ase comune la cui punizione è la fustigazione, ma quando è in ballo un lo ta'ase che implica la terribile punizione del karet - forse che un precetto positivo può respingerlo? Forse una tale proibizione è così grave che non vi è precetto positivo che possa respingerla?
La Ghemara aggiunge una seconda perplessità:
E ancora non possiamo fare a meno di chiederci: da dove impariamo che un 'ase respinge persino un lo ta'ase comune?
-- fino a qui da Daf 3b]
La Ghemara risponde:
Perchè è scritto: Non indosserai shatnez lana e lino assieme. Ti farai dei fili intrecciati ai quattro angoli del vestito con il quale ti coprirai. Da cui impariamo: nonostante vi sia la proibizione della shatnez, si possono fare ziziot anche se sono shatnez (per esempio il petil techelet - la frangia con il filo di lana azzurra - in un zizit di lino), dunque lo 'ase dello zizit respinge il lo ta'ase dello shatnez.
In una serie di discussioni che si estendono per tutto il Daf 4 e gran parte di Daf 5 la Ghemara dimostrerà la validità del principio che l'assolvimento di un precetto positivo può avvenire anche quando ciò comporta la trasgressione di un precetto negativo. Ciò per un precetto negativo comune, per la trasgressione del quale è prevista la pena della fustigazione. Verso la seconda metà di Daf 5b inizia la trattazione del problema della validità del principio ba 'ase vedoche lo ta'ase - viene il precetto positivo e respinge il precetto negativo - quando si tratta di un precetto negativo per la trasgressione del quale è prevista la gravissima pena del karet. Da lì riprende la nostra trattazione.
. . . . . .
4b
. . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi