Make your own free website on Tripod.com
 

 
Yevamot - Arba Achin - 31
31a ARBA'A  ACHIN  CAPITOLO TERZO YEVAMOT

 
 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
Ghemara . . . . . .
31b
. . . . . .
Mishna C'erano tre fratelli sposati a tre donne estranee tra loro e uno morì senza figli, e il secondo fece con lei il maamar ma non fece a tempo a finire sposarla e morì anche lui.
Ecco che quelle due donne che cadono per lo Yibbum dinnanzi al fratello superstite fanno la chalitza e non lo Yibbum. Perchè è detto: "E morì uno di essi . . . il suo yavam verrà su di lei", per dire: questa che su di lei vi è la zikka di un solo yavam, e non questa che su di lei vi è la zikka di due yavamim, infatti questa che era moglie del fratello che morì per primo è ancora zekuka per il primo, e dal momento che il secondo le fece il maamar e morì, lei è ora zekuka anche per il secondo. 
R'Shimon dice: non dobbiamo preoccuparci per questo, invece può fare lo Yibbum a quella che vuole e fa la chalitza all'altra. 
Diciannovesima Mishna
Ghemara La Ghemara chiede:
Ma se la donna che porta su di sè la zikka di due yevamim è sciolta dallo Yibbum deoraita, come sembra dalla prova portata dalla Mishna, allora che non sia necessaria neanche la chalitza ed esca dal precetto senza far nulla!
La Ghemara risponde:
Piuttosto bisogna dire che questa proibizione non è deoraita, perchè deoraita il terzo fratello può sposare entrambe le donne come mogli di due fratelli diversi, ma derabbanan ed è un decreto perchè se permettiamo che le prenda tutte e due, forse diranno che si può fare lo Yibbum a due yevamot provenienti da un unica casa, perchè siccome il secondo fratello fece il maamar, può succedere che la gente pensi che entrambe sono mogli del secondo fratello, e se le prenderà entrambe essi penseranno che è permesso prendere per Yibbum due mogli di un unico fratello, cosa che è espressamente proibita dalla Torà.
La Ghemara chiede:
Ne prenda per Yibbum una e faccia all'altra la chalitzae così non insorge il problema su menzionato.
La Ghemara risponde:
Non facciamo così per un decreto rabbinico, perchè se lo facciamo forse diranno: due donne di un unica casa, una metà di essa costruita [da Daf 32a: e una metà di essa "scalzata", perchè così diranno quando due donne di un unico uomo una si sposa l'altra si mette fuori!
La Ghemara ribatte:
E che lo dicano pure! Che male c'è nella chalitza? da Daf 32a]
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi