Make your own free website on Tripod.com
 

 
Yevamot - Ketzad - 24
24a KETZAD  CAPITOLO SECONDO YEVAMOT

 
 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
Ghemara [da Daf 23b La Ghemara riporta il prossimo passo della nostra Mishna:
Se QUESTO HA DUE fratelli E QUESTO HA DUE fratelli, ecc.
La Ghemara chiede:
Anche questa halacha è la stessa cosa di prima!
La Ghemara risponde:
Cosa sarebbe se tu dicessi: emaniamo un decreto in modo che non faccia lo Yibbum senza che l'altro faccia la chalitza. Per questo viene la Mishna ad informarci che non decretiamo così.
La Ghemara chiede:
In che cosa ciò differisce da quanto imparammo in una Mishna: Se quattro fratelli, due di essi sposati a due sorelle, e morirono quelli sposati alle sorelle - ora quelle fanno la chalitza e non lo Yibbum, perchè ciascuna di esse è la sorella della zekuka di ciascuno dei fratelli, e perchè anche qui non è detto che ciascuna di esse è la sorella della zekuka di ciascuno dei fratelli?
La Ghemara respinge tale difficoltà:
Come tu puoi confrontare? da Daf 23b]nel caso dei quattro fratelli se spieghiamo secondo quello che disse: c'è la zikka, cioè la zikka vale come un legame matrimoniale, qui c'è la zikka, perchè quelle sorelle erano certamente sposate ai fratelli che morirono, e sono obbligate allo Yibbum. E se spieghiamo secondo quello che disse: è proibito annullare il precetto dello Yibbum, cioè che è proibito creare una situazione halachica in cui sia ormai impossibile mettere in pratica il precetto dello Yibbum - anche qui si può dire è proibito annullare il precetto dello Yibbum, ed è questo il motivo che quelle donne fanno la chalitza e non lo Yibbum. Ma qui, nel nostro caso dei due fratelli, dove sussiste un dubbio - di' che a ciascuno di loro capita la sua donna, cioè che a ciascuno dei due fratelli capiti proprio la sua yevama.

La Ghemara riporta il prossimo passo della nostra Mishna:
Se due anticiparono il chiarimento della halacha e fecero la chalitza,gli altri due non facciano lo Yibbum, ma uno fa la chalitza e uno fa lo Yibbum.Se ANTICIPARONO E LE SPOSARONO, NON DOBBIAMO TOGLIERLE DALLE LORO MANI.
La Ghemara riporta una Baraita correlata:
Insegnò Shela in questa Baraita: E PERSINO se fossero TUTTI DUE KOHANIM, ai quali la donna che ha fatto la chalitza è proibita, se la sposarono non dobbiamo toglierla dalle loro mani.
La Ghemara chiede:
Per quale ragione?
La Ghemara risponde:
Perchè tutta la proibizione della chalutza nei riguardi del Kohen è derabbanan per la sua somiglianza alla divorziata, e sul sospetto di chalutza Rabbanan non emisero un decreto che obbliga alla separazione quando la donna sia già stata sposata. Infatti può darsi che colui che le fece la chalitza non era il suo vero yavam e quindi non vi fu chalitza di sorta.
La Ghemara chiede:
Ma è proprio vero che la chalutza è proibita soltanto miderabbanan? Ma è stato insegnato in una Baraita: La Scrittura dice: La vedova, la divorziata e la challala zona, costoro non prenda, non ho che la divorziata, la chalutza da dove la impariamo? La Tora dice: e la donna, e questa parola superflua viene ad includere anche la chalutza, e ad assimilarla alla divorziata nell'essere proibita al Kohen. Quindi la chalutza è proibita al Kohen deoraita!
La Ghemara risponde:
La proibizione è miderabbanan, e il versetto e la donna è un generico appoggio scritturale.

Mishna L'assolvimento del precetto di sposare per Yibbum la vedova del fratello morto senza figli spetta al più grande dei fratelli, ma se uno più piccolo lo fa prima, ha lui il merito. Sesta Mishna
Ghemara
. . . . . .
24b
. . . . . .
Mishna Chi è sospettato di andare con la schiava e successivamente viene liberata, o è sospettato di andare con la goya e successivamente questa si convertì al Giudaismo, costui, quello che era sospettato, non deve sposarla, ma se la sposò non dobbiamo toglierla dalle sue mani.
Chi è sospettato di andare con la donna sposata e il tribunale rabbinico la fece uscire da sotto la mano del marito per causa sua, anche se il sospettato la sposò, esca.
Settima Mishna
Ghemara
. . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi