Make your own free website on Tripod.com
 
La Ghemara respinge il paragone di R'Zera:
Disse Rava: Forse non è così, perché fino a questo punto non disse R'Yehuda là nella Mishna di Chala, che la verdura che cresce sulla barca che non tocca il fondo è esente dalla decima e dall'anno sabbatico, se non nei riguardi di una barca [daf 8a] che è soggetta a scivolar via tutto il tempo, ma quanto a un vaso, che non è soggetto a scivolar via ma resta sempre al suo posto, no, R'Yehuda forse ritiene che le cose che vi crescono siano tenute alla decima e all'anno sabbatico. O anche, fino a questo punto non dissero Rabbanan là nella Mishna che ciò che cresce è tenuto alla decima e all'anno sabbatico se non nei riguardi di una barca in cui non c'è aria che la separi dal terreno, perché l'acqua è paragonabile a terra densa, forse perciò Rabbanan considerarono la verdura che cresce sulla barca come radicata al terreno anche quando la barca non tocca il fondo, ma quando si tratti di un vaso con un'interruzione di aria che lo separa dal terreno, no, le cose che vi crescono non sono considerate radicate nel terreno.