Make your own free website on Tripod.com
 
La Ghemara propone una soluzione per la contraddizione:
Abbaye disse: Sia questa Baraita che quella sono secondo la shita di R'Yehuda, e ciò non è difficile da capire: Qui la seconda Baraita parla del momento in cui la barca non tocca il fondo, e perciò per R'Yehuda non è da considerarsi in Eretz Yisrael, mentre qui la prima Baraita parla del momento in cui la barca tocca il fondo, e perciò per R'Yehuda non è da considerarsi in Eretz Yisrael. 
La Ghemara paragona la machloket tra  R'Yehuda e Chachamim sulla barca ad un'altra machloket tra R'Yehuda e Chachamim:
Disse R'Zera: Un vaso bucato posto su dei pioli in modo che c'è aria tra il vaso e il terreno, quanto all'obbligo di ciò che vi cresce alla decima, siamo arrivati alla machloket tra R'Yehuda e Rabbanan. Come Rabbbanan ritengono che l'acqua non costituisca una separazione dal terreno nel caso della barca, così essi pensano che l'aria tra il vaso e il terreno non costituisca una separazione. Per R'Yehuda sia l'acqua del fiume che l'aria tra vaso e terreno costituiscono delle separazioni.
La Ghemara respinge il paragone di R'Zera:
Disse Rava: Forse non è così, perché fino a questo punto non disse R'Yehuda là nella Mishna di Chala, che la verdura che cresce sulla barca che non tocca il fondo è esente dalla decima e dall'anno sabbatico, se non nei riguardi di una barca