Make your own free website on Tripod.com
 
La Ghemara conclude quale sia il Tanna della nostra Mishna che, secondo Rabba, richiede sia la scrittura che la firma lishmah:
Tuttavia resta fermo che la nostra Mishna è secondo la shita di R'Elazar, e quello che R'Elazar non richiede la firma e il ghet su cui non ci sono i testimoni è kasher persino lechatchila, è quando i testimoni sul ghet non ci sono affatto, tuttavia dove ci sono testimoni sul ghet - allora sì che ci vuole che la firma sia lishmah. Per R'Elazar un ghet senza firme è preferibile ad un ghet in cui le firme non siano lishmah. Infatti disse R'Abba: R'Elazar ammette, quanto a un ghet che contiene un falso come potrebbe essere una firma di un parente o una firma non lishmah, che esso è pasul.
La Ghemara propone un altro Tanna che potrebbe essere l'autore della nostra Mishna:
R'Ashi disse: Chi è dunque il Tanna della nostra Mishna?È R'Yehuda, perchè la Mishna insegna: R'YEHUDA DICHIARA un ghet PASUL, A MENO CHE LA SUA SCRITTURA E LA SUA FIRMA SIANO SU COSA STACCATA DAL TERRENO.
La Ghemara si meraviglia:
Perché tanta fatica nel tentativo di spiegare la Mishna secondo la shita di R'Meyr e di R'Elazar? Per che motivo fin dall'inizio non l'abbiamo spiegata secondo la shita di R'Yehuda?
La Ghemara spiega: 
Tentammo prima di spiegarla secondo R'Meyr, perché stam Mishna è secondo R'Meyr, tentammo poi di spiegarla secondo R'Elazar, perché ci risulta che l'halacha segue la sua shita nei ghittin che un ghet che non porta le firme dei testimoni è kasher.