Make your own free website on Tripod.com
 
La Ghemara torna ad analizzare le parole di R'Yochanan:
Disse lo studioso: Chi taglia una mano al servo del suo compagno, dà il risarcimento per la sospensione del suo lavoro e le sue cure mediche al suo padrone.
La Ghemara obietta:
Che dia al padrone il risarcimento per la sospensione del suo lavoro è ovvio!
La Ghemara spiega: 
In effetti ciò è ovvio, ma è l'affermazione su le sue cure mediche che gli era necessaria, e quella sulla sospensione gli è venuta appresso.
La Ghemara obietta:
Le sue cure mediche vanno al suo padrone? Appartengono al lui, allo schiavo, che deve curarsi con esse!
La Ghemara spiega: 
No, l'affermazione sulle sue cure mediche è necessaria, perché gli fecero una prognosi di cinque giorni, e gli somministrarono poi una medicina molto forte e si guarì in tre, cosa sarebbe se tu volessi dire: Il dolore del trauma e della cura gli appartiene. Ecco che R'Yochanan ci insegna che non è così e tutto appartiene al padrone, compreso il risparmio per la pronta guarigione.