Make your own free website on Tripod.com
 
 
 
 
Glossario

 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Torna a Daf Yomi
lav

lav

no, precetto negativo, lo ta'ase, la cui trasgressione non è punita con il karet. I trasgressori di tali precetti sono chiamati chaive lavin.
lechatchila

lechatchila

in linea di principio. Espressione usata per qualcosa che è stato fatto osservando tutte le regole. Usato in contrapposizione a bedi'avad.
miun, memaenet

miun, memaenet

rifiuto. Per decreto rabbinico, un'orfana minore può esser data in moglie dalla madre o dai fratelli. Lei tuttavia può rifiutare tale matrimonio in qualsiasi momento prima di aver raggiunto la maggiore età, dichiarandolo di fronte a un Bet Din di tre giudici. Questa dichiarazione, come pure questo tipo di processo, vengono chiamati miun. L'orfana che compie questo atto viene detta memaenet.
mamzer

mamzer
mamzeret

(a) ebreo nato da un rapporto illecito punibile col karet o con la pena capitale; 
(b) discendente di un mamzer o di una mamzeret.
nidda, niddot

nidda, niddot

una donna che ha avuto la mestruazione e non ha completato il processo di purificazione che si conclude con l'immersione nel mikve (bagno rituale).
nichse melog

nichse melog

 i beni di una donna sposata, di cui lei conserva la proprietà, ma suo marito ha diritto all'usufrutto, e dei quali lei torna in possesso con il divorzio o la morte del marito. 
natin

natin, netina

discendente dei Ghiv'onim, che conclusero con l'inganno un trattato di pace con Yehoshu'a (Giosue 9:3-27) e si convertirono al Giudaismo.
Torna a Daf Yomi