Make your own free website on Tripod.com
 

 
7a HAKOL CHAYAVIN CAPITOLO PRIMO CHAGHIGA

 
 
 
È permesso copiare e divulgare la presente pagina a condizione che a capo pagina sia riportata la scritta da "Chavruta" di Rav Mordechai Goldstein

 
 
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi
Ghemara [da Daf 6b:
La Ghemara cita una Mishna in relazione a quanto sopra:
Imparammo in una Mishna altrove: QUESTE SONO LE COSE CHE NON HANNO MISURA: -- fino a qui da Daf 6b] LA PEA, E I BIKKURIM,E IL REAYON, E IL GHEMILUT CHASADIM E IL TALMUD TORA.
Uno dei significati di reayon è olat reiya. La Ghemara riporta il commento di R'Yochanan sull'ordinaminto della Mishna per cui il reayon non ha misura:
Disse R'Yochanan: Noi pensavamo di dire: il reayon non ha misura di sopra (limite massimo), ma ha misura di sotto (limite minimo) in quanto deve valere al minimo un ma'a d'argento, finchè venne R'Oshaya, il grande studioso della generazione, e insegnò la Mishna come segue: Il reayon non ha una misura massima nè una misura minima secondo la legge biblica (deoraita). Tuttavia, i Chachamim dissero che l'olat reiya deve valere al minimo un ma'a d'argento, e gli shalme chaghiga devono valere al minimo duema'otd'argento.

La Ghemara discute l'uso della Mishna della parola reayon:
Quale è il significato di reayon? R'Yochanan disse: comparire nel Cortile del Tempio. Ma Resh Lakish disse: comparire nel Cortile con un offerta.
La Ghemara chiarisce la natura della disputa:
Riguardo alla parte principale della festa, cioè il primo giorno, non vi è chi discordi che la comparizione deve essere con un sacrificio. Dove discordano è riguardo agli altri giorni della festa.
La Ghemara chiarisce ulteriormente:
Inoltre, ogniqualvolta uno viene al Cortile del Tempio nei successivi giorni della festa e porta un korban, tutti concordano che noi lo accettiamo da lui. Dove discordano è riguardo al caso in cui uno viene al Cortile del Tempio nei successivi giorni della festa e non porta un korban. R'Yochanan sostiene che la mizva è semplicemente di comparire nel Cortile, così, ogni volta che viene al Cortile egli non deve portare un korban. Ma Resh Lakish disse che la mizva è di comparire nel Cortile con un korban, così, ogni volta che viene al Cortile egli deve portare un korban.

La Ghemara attacca il punto di vista di R'Yochanan:
Resh Lakish attaccò R'Yochanan sulla base del seguente versetto: essi non compariranno dinnanzi a Me a mani vuote. La Tora ci ordina di non comparire al Tempio a mani vuote!
La Ghemara riporta la risposta di R'Yochanan:
Gli disse [R'Yochanan a Resh Lakish]: Quel versetto si riferisce alla parte principale della festa (cioè il primo giorno). Solo allora si è obbligati a portare un korban ogni volta che si viene al Tempio, ma non nei giorni successivi.

La Ghemara attacca ancora il punto di vista di R'Yochanan:
[Resh Lakish] attaccò [R'Yochanan] dalla seguente Baraita: Il comandamento della Tora: essi non compariranno dinnanzi a Me a mani vuote si adempie CON il portare [KORBANOT] CHE VENGONO SGOZZATI, cioè animali. 
La Baraita prova questa asserzione:
TU DICI che l'obbligo si adempie solo CON il portare [KORBANOT] CHE VENGONO SGOZZATI, cioè animali, O forse NON è COSÌ, MA piuttosto si possono adempiere anche CON UCCELLI E OFFERTE FARINACEE? TUTTAVIA, LA LOGICA IMPONE che siano animali, perchè IL KORBAN CHAGHIGA FU PRESCRITTO dalla Tora PER LA PERSONA ORDINARIA nella festa, E IL KORBAN REIYA FU PRESCRITTO dalla Tora PER L'ALTO nella festa. COME LA CHAGHIGA PRESCRITTA PER LA PERSONA ORDINARIA, deve essere [KORBANOT] CHE VENGONO SGOZZATI, cioè animali, COSÌ ANCHE LA REIYA PRESCRITTA PERL'ALTO deve essere [KORBANOT] CHE VENGONO SGOZZATI, cioè animali.
La Baraita introduce un altro punto:
E COSA SONO QUESTI [KORBANOT] CHE VENGONO SGOZZATI? A quale classe sacrificale appartiene il korban reiya? Essi sono 'OLOT (olocausti).
Questo punto viene provato:
TU DICI che sono OLOT,O forse NON è COSÌ, MA piuttosto sono SHELAMIM. TUTTAVIA, LA LOGICA IMPONE che siano olot,  perchè IL KORBAN CHAGHIGA FU PRESCRITTO dalla Tora PER LA PERSONA ORDINARIA nella festa, E IL KORBAN REIYA FU PRESCRITTO dalla Tora PER L'ALTO nella festa. L'analogia tra questi due korbanot insegna che COME LA CHAGHIGA PRESCRITTA PER LA PERSONA ORDINARIA, consiste IN [UN KORBAN] CHE È ADATTO A LUI, cioè shelamim che è mangiato dall'uomo, COSÌ ANCHE LA REIYA PRESCRITTA PERL'ALTO, consiste IN [UN KORBAN] CHE È ADATTO A LUI, cioè un'ola che viene bruciata sull'Altare. E QUESTO È RAGIONEVOLE, PERCHÈ IL TUO TAVOLO NON DEVE ESSERE PIENO, MENTRE QUELLO DEL TUO PADRONE È VUOTO. Questa Baraita sembra sostenere l'opinione di Resh Lakish che uno deve portare un'olat reiya ogni volta che egli visita il Tempio nella festa.
La Ghemara riporta la risposta di R'Yochanan:
Gli disse [R'Yochanan a Resh Lakish]: Anche qui il versetto si riferisce soltanto alla parte principale della festa (cioè il primo giorno). 

La Ghemara attacca ancora il punto di vista di R'Yochanan:
[Resh Lakish] attaccò [R'Yochanan] dalla seguente Baraita:R'YOSE IL FIGLIO DI R'YEHUDA DICE: Ci sono TRE FESTE ALL'ANNO in cui A GLI YEHUDIM FU COMANDATO DI SALIRE al Tempio PER LA FESTA: NELLA FESTA DELLE MAZOT, NELLA FESTA DI SHAVUOT E NELLA FESTA DI SUKKOT. E NON DEVONO COMPARIRE IN GRUPPI, PERCHÈ È DETTO: TUTTI I TUOI MASCHI. E NON DEVONOCOMPARERE A MANI VUOTE, PERCHÈ È DETTO: ED ESSI NON COMPARIRANNO DINNANZI A ME A MANI VUOTE. Anche questa Baraita sostiene l'opinione di Resh Lakish che uno non deve comparire nel Cortile del Tempio senza un korban.
La Ghemara riporta la risposta di R'Yochanan:
Gli disse [R'Yochanan a Resh Lakish]:  Anche questa Baraita si riferisce alla parte principale della festa (cioè il primo giorno). 

La Ghemara attacca il punto di vista di Resh Lakish:
R'Yochanan attaccò Resh Lakish sulla base del seguente versetto: Tutti i tuoi masche saranno visti di fronte al Signore, Hashem. La forma pronunciata significa [tutti i tuoi maschi] saranno visti da Dio, ma la forma scritta potrebbe significare [tutti i tuoi maschi] vedranno Dio. Dall'analogia tra le due letture impariamo che come Io[Dio] vedo voi senza alcuna cosa, Dio non offre un korban quando vede noi, così anche voi potete vederMi senza alcuna cosa, voi non dovete portare un korban. Così a volte uno può visitare il Tempio senza portare un korban, contrariamente all'opinione di Resh Lakish.
La Ghemara rivede la sua comprensione della disputa tra R'Yochanan a Resh Lakish:
Piuttosto, la disputa tra R'Yochanan a Resh Lakish è la seguente: Ogniqualvolta uno viene al Tempio e non porta con sè un korban, tutti concordano che egli può entrare nel Cortile, comparire ed andare. Dove non concordano è quando uno viene al Tempio e porta con sè un korban. R'Yochanan, che dice che la Mishna sopra citata ("Queste sono le cose che non hanno misura, ecc.") si riferisce alla comparizione nel Cortile, sostiene che è solo la comparizione nel Cortile a non aver misura, il korban invece ha misura. Cioè, uno può portare solo un'olat reiya, ulteriori korbanot non vengono accettati. E Resh Lakish, che dice che la Mishna sopra citata si riferisce alla comparizione nel Cortile con un korban, sostiene che anche i korbanot non hanno misura. Così , uno può portare un'olat reiya ogni volta che egli compare nel Cortile del Tempio.

La Ghemara attacca anche questa interpretazione del punto di vista di Resh Lakish:
[R'Yochanan] lo attaccò sulla base del seguente versetto: Che il tuo piede sia scarso nella Casa del tuo Amato (cioè il Tempio). Il versetto ci esorta a non portare troppi korbanot.
La Ghemara risponde:
il riferimento è a korbanot del tipo chattat e asham, che son portati da chi ha peccato. Non conviene obbligarsi a portare molti di questi korbanot.
La Ghemara porta un sostegno a questa interpretazione:
È in accordo con l'insegnamento di  R'Levi, perchè R'Levi mise in luce la seguente contraddizione: In un versetto è scritto: Che il tuo piede sia scarso nella Casa del tuo Amato, ma in un altro versetto è scritto: Io verrò alla tua casa con olot. E R'Levi disse che non vi è alcuna contraddizione tra i due versetti, perchè qui, nel primo versetto, il riferimento è a korbanot del tipo chattaot e ashamot, mentre qui, nel secondo versetto,  il riferimento è a korbanot del tipo olot e shelamim.
La Ghemara porta un sostegno a questa interpretazione da una Baraita:
Questo fu anche insegnato in una Baraita: Quando la Scrittura afferma: CHE IL TUO PIEDE SIA SCARSO NELLA CASA DEL TUO AMATO, è DI korbanot del tipo CHATTAOT E ASHAMOT che LO SCRITTO PARLA. Ora TU DICIche si riferisceA CHATTAOT E ASHAMOT. O NON È PIUTTOSTO che si riferisce A OLOT E SHELAMIM? Questo non può essere vero, perchè QUANDO DICE: IO VERRÒ ALLA TUA CASA CON OLOT, IO PAGHERÒ A TE I MIEI VOTI, ECCO CHE OLOT E SHELAMIM SONO MENZIONATI in senso positivo. CHE COSA DUNQUE ADEMPIO con il versetto:CHE IL TUO PIEDE SIA SCARSO NELLA CASA DEL TUO AMATO? Deve essere che DI CHATTAOT E ASHAMOT LO SCRITTO PARLA.

Fu affermato nella precedente Baraita: 
E NON DEVONO COMPARIRE IN GRUPPI,  [perchè è detto: tutti i tuoi maschi.]
La Ghemara propone una spiegazione di questo ordinamento:
Rav Yosef pensava di dire che significa: Uno che ha dieci figli non deve portarne al Tempio un giorno cinque e il giorno dopo gli altri cinque. Egli li deve portare al Tempio tutti e dieci nello stesso giorno.

7b
La Ghemara respinge questa spiegazione:
Gli disse Abbaye [a Rav Yosef]: Questo è ovvio!Quali di loro [i dieci figli] farai passare per negligenti e quali di loro farai passare per diligenti? Non è necessario un versetto per sapere che deve portarli al Tempio tutti e dieci nello stesso giorno!
La Ghemara riporta una diversa spiegazione, proposta da Abbaye, di questo ordinamento:
Ma, allora, il versetto, per insegnarci quale legge esso viene ? È necessario per insegnarci quello che "Altri" affermarono, perchè fu insegnato in una Baraita:ALTRI DICONO: COLUI CHE RACIMOLA escrementi di cane, E COLUI CHE FONDE il minerale del RAME, E IL CONCIATORE di pelle SONO ESENTI dalla mizva DALLA COMPARIZIONE nel Cortile del Tempio, PERCHÈ È DETTO:TUTTI I TUOI MASCHI. Questo insegna che solo COLUI CHE È IN GRADO DI SALIRE ASSIEME A TUTTI I TUOI MASCHI è obbligato alla comparizione. ESCONO QUELLI, i tre tipi su elencati, CHE NON SONO ADATTI A SALIRE ASSIEME A TUTTI I TUOI MASCHI a causa del loro insopportabile odore. 
Mishna La Mishna discute sulla liceità di acquistare i korbanot privati (olat reya, shalme chaghiga e shalme simcha) con il denaro proveniente dal riscatto del maaser sheni:
Le olot (cioè le olot reya) portate nel Mo'ed d'obbligo vengono dal chullin (le proprietà non consacrate), in altre parole, non possono essere acquistate con il denaro proveniente dal riscatto del maaser sheni. Ma gli shelamim(per esempio gli shalme simcha) possono venire dal maaser sheni.
La Mishna passa agli shalme chaghiga:
Gli shalme chaghiga portati nel primo giorno festivo di Pesach, Bet Shammai dicono: devono venire dal chullin (le proprietà non consacrate), ma Bet Hillel dicono: possono venire dal maaser sheni.
La Mishna elenca i korbanot che possono essere usati per adempiere alla mizva di gioire nelle feste:
Yisrael (quelli che non sono Kohanim) possono adempiere all'obbligo di gioire nelle feste con la carne di nedarim, nedavot e maaser behema, e i Kohanim possono adempiere al loro obbligo con la carne di chattaot e ashamot,del bechore con il petto e la coscia degli shelamim. Però, l'obbligo di gioire nelle feste non può essere adempiuto con la carne dei korbanot di volatili o con il korban mincha (l'offerta farinacea). 
Ghemara . . . . . .
Daf successivo Daf precedente Torna a Daf Yomi